Forecast Formind: 15 Novembre 2014 – Gennaio 2015

Forecast Formind: 15 Novembre 2014 – Gennaio 2015

Obiettivi dello strumento ed approccio metodologico Lo strumento, realizzato da Formind, quale completamento al prodotto di rilevazione dei consumi AFH (Mindforhoreca©), si rivolge direttamente agli operatori del largo consumo; l’obiettivo dello strumento è quello di fornire una previsione dei dati di acquisto del consumatore finale nel canale, per il mese in corso. La previsione viene elaborata ogni quindici giorni per un periodo determinato, sulla scorta del panel on-line della Piramide dei Consumi, è aggiornata a metà del mese corrente e fornisce inoltre la previsione per i due mesi successivi. Fornisce altresì la previsione dell’intero trimestre e dell’anno in progressivo, oltre che il discostamento mensile tra il dato previsionale ed il dato di chiusura effettivo del mercato. Viene infine rilevata la previsione di acquisto degli operatori,sulla scorta del dato previsionale rilevato sul consumatore. Le due previsioni vengono espresse mediante due indici. La comprensione e la conoscenza dei fenomeni che indirizzeranno i consumi potrà, insieme ai dati mensili rilevati dallo strumento Mindforhoreca©, fornire un importante vantaggio competitivo per i nostri clienti sui propri competitors. Gli indici TDC (trend detection on consumer) Esprime la previsione di acquisto del consumatore nel periodo. La previsione, frutto della rilevazione degli atteggiamenti al consumo del panel on line della Piramide dei consumi, viene integrata con la previsione meteo del periodo fornitaci dal nostro partner di rilevazione meteo. TTSI (trend traders sell in) Esprime la previsione di acquisto degli operatori commerciali del canale che sono diretti clienti del sistema industriale. Questo secondo indice viene elaborato sulla scorta dei dati storici in nostro possesso, della correlazione che i dati al consumo possono avere sul sistema distributivo in considerazione del peso del circuito, il suo stoccaggio, la categoria merceologica di appartenenza ed il numero di referenze/gusti, ciò ci consente quindi  di determinare la stima del potenziale indice di de stoccaggio. Scarica il...

Read More

Report andamento del mercato dei consumi fuori casa: ottobre 2014

Report andamento del mercato dei consumi fuori casa: ottobre 2014

Report andamento del mercato dei consumi fuori casa: ottobre 2014   Il mercato del beverage nel mese fa riscontrare una performance del -0,30% a volumi e del +1,32% a valore, registrando un andamento progressivo dall’inizio dell’anno a volumi del -0,98% e a valore del +0,88%. Il Mercato Le performance del mese sul territorio in (%): Volumi e Valore: Nw: +1,62 ; +3,18 Ne: +1,10 ; +2,66 Centro: -1,39 ; +0,19 Sud: -2,26 ; -0,60   Le performance progressive sul territorio in (%): Volumi e Valore: Nw: -0,53 ; +1,64 Ne: -0,75 ; +1,33 Centro: -1,17 ; +0,52 Sud: -1,44 ; +0,88   Le regioni, rilevazione specifica dell’andamento mensile: Nw: andamento positivo a volume, tranne Liguria, positivo a valore tutte le regioni. Ne: andamento positivo sia a volume che a valore. Centro: andamento negativo a volume, negative a valore Abruzzo e Sardegna, positive le altre regioni Sud: andamento negativo a volume positivo a valore Campania, negative le altre regioni I sottocanali in (%): Volumi e Valore Bar diurno: -0,53 ; +0,99 Bar notturno: -0,91 ; +0,94 Ristorante: +0,03 ; +1,54 Pizzeria: +0,28 ; +1,94 Intrattenimento: +0,18 ; +2,04 I fenomeni del mercato Tramite l’incrocio dei dati del nostro strumento di rilevazione “la Piramide dei Consumi”, strutturato su un campione di circa 5.000 consumatori clusterizzati per fasce di età, sesso, scolarizzazione, professione ed aree geografiche, ed i dati del nostro strumento di rilevazione “Fast Map”, che ci consente di monitorare gli atteggiamenti all’acquisto di 15.000 esercenti distribuiti sul territorio e suddivisi per sottocanali, rileviamo i seguenti comportamenti: Consumatore: Il mese di ottobre chiude in chiave nazionale con una performance negativa a volumi e positiva a valore. Nel dettaglio delle aree, riscontriamo un Italia a due velocità, infatti sia il nord ovest che il nord est fanno registrare segni positivi sia a volume che a valore. Il centro flette in volumi ma cresce a valore, il sud performa negativamente, fatto salvo la Campania. Ottobre 2014 si è rivelato un mese mediamente più caldo rispetto all’anno precedente. Ciò nonostante le regioni del centro sud che avrebbero dovuto beneficiare maggiormente di una situazione climaticamente favorevole performano negativamente. Questa tendenza se confermata nei prossimi mesi, potrebbe essere letta come un indicatore positivo di ripresa del mercato, ovvero indipendentemente dagli andamenti climatici, (in mesi non particolarmente caldi) le regioni Italiane maggiormente performanti da un punto di vista prettamente economico cominciano ad invertire il trend. La performance negativa della Liguria in uno scenario positivo del nord ovest sembrerebbe confermare ulteriormente questa ipotesi. In termini di momenti di consumo il Bar sembra risentire maggiormente della performance negativa del mercato, in ripresa la ristorazione, con particolare riferimento alle pizzerie ed al pub/birreria, continua la flessione nelle discoteche. Il prossimo...

Read More