Report sull’andamento del mercato dei consumi fuori casa al mese di giugno 2014

REPORT SULL’ANDAMENTO DEL MERCATO DEI CONSUMI FUORI CASA AL MESE DI GIUGNO 2014:

Il mercato nel mese di giugno fa riscontrare una performance positiva del +1,09 a volumi e del +2,54 a valore, registrando un andamento progressivo dall’inizio dell’anno a volumi del +0,47 e a valore del +1,7.

Il Mercato

Le performance del mese sul territorio:
NW: +0,44 volumi +2,08 valore
NE: +0,67 volumi +2,27 valore
CENTRO: +1,73 volumi +3,03 valore
SUD: +1,5 volumi +2,80 valore

Le performance progressive sul territorio

NW: +1,57 volumi +3,15 valore
NE: +1,21 volumi +2,67 valore
CENTRO: +0,04 volumi +1,09 valore
SUD: -0,82 volumi +0,12 valore

Le regioni

NW: andamento positivo sia a volume che a valore.
NE: andamento negativo Friuli sia a volume che a valore. Altre regioni in positivo.
CENTRO: andamento negativo a volume Marche e Umbria, andamento negativo sia a volume che a valore Abruzzo e Sardegna. Altre regioni in positivo.
SUD: andamento negativo a valore Campania, Sicilia e Puglia, andamento negativo sia a volume che a valore Molise Basilicata e Calabria.

I sottocanali

Bar diurno +0,52 volumi +1,82 valore
Bar notturno +0,17 volumi +1,57 valore
Ristorante +0,56 volumi +1,80 valore
Pizzeria +0,63 volumi +1,93 valore
Intrattenimento +0,26 volumi +1,84 valore

I fenomeni del mercato

Incrociando sia i dati del nostro strumento di rilevazione “la Piramide dei Consumi”, su un campione di circa 5000 consumatori clusterizzati per fasce di età, sesso, scolarizzazione, professione ed aree geografiche, sia i dati del nostro strumento di rilevazione “Fast Map”, che ci consente di monitorare gli atteggiamenti all’acquisto di 15000 esercenti distribuiti sul territorio e suddivisi per sottocanali rileviamo i seguenti comportamenti:
Consumatore:
Nel mese di giugno riscontriamo una tenuta dell’indice di fiducia del consumatore, anche a seguito dei risultati elettorali, che confermando una stabilità come presupposto di ripresa, aveva segnato un balzo in avanti nel mese di maggio. Il clima del mese di giugno ha fatto registrare un incremento della temperatura media di circa un grado, invogliando il consumatore a trascorrere un maggior tempo fuori dalle mure domestiche, inoltre l’apertura dei primi locali stagionali ha dato una spinta positiva al mercato. Anche fenomeni straordinari quali il campionato mondiale di calcio, la non trasmissione integrale dei canali Rai di tutti gli eventi, hanno contribuito ad aumentare le presenze medie nei locali attrezzati per seguire l’evento sportivo.
Trade:
Nel mese di giugno riscontriamo il seguente scenario di intercanalità:
acquisti da canale cash and carry:

  •  gap del prezzo acquisto versoil canale ingrosso -13,84%;
  • trend dei volumi acquistati in promozione +25%;

acquisti da canale retail:

  •  gap del prezzo acquisto versoil canale ingrosso -14,24%;
  • trend dei volumi acquistati in promozione +38%.

Gli andamenti per categoria merceologica, quote produttori marchi, referenze e sottocanali sono consultabili all’interno del portale Mindforhoreca, i gap per categoria merceologica sono consultabili nel Fast Map di giugno. (servizi in abbonamento).

Scarica il PDF